aggiornamenti motore ricerca bingCome sempre stato agli albori (e come anche descritto nell’apertura della nostra categoria relativa alle notizie sui Motori di Ricerca), Google corre… gli altri rincorrono.

Buongiorno a tutti, oggi parliamo di Bing, uno dei principali competitor di Google e dei recenti sviluppi descritti da Jan Pedersen (Chief Scientist) a lavoro sulla piattaforma di ricerca made in Microsoft.

Come confermato attraverso il blog ufficiale, Microsoft è al lavoro in questo periodo (proprio come Google) sui risultati di ricerca e lo sta facendo aggiornando con cadenza giornaliera (anzi, più volte al giorno) i risultati di ricerca ed evidentemente anche le regole algoritmiche che compongono le pagine di risultato (SERP). Quello che ci spiega Jan è che Bing sta erogando continuamente migliorie sui risultati per renderli il più possibile freschi e rilevanti per le ricerche.

I numeri di Bing per competere sulla ricerca

Bing ha cambiato passo, se pensiamo al fatto che sono a lavoro oggi oltre 600 ingegneri ed in esecuzione su circa 20.000 test verso un unico scopo: costruire il più perforante e rilevante motore di ricerca del mondo.

Il fatto è che, a meno che questi post non siano lanci “markettari”, Bing ultimamente si è evoluto si, ma non quanto il suo principale competitor schiacciasassi. Tuttavia dobbiamo anche tenere a mente che in Italia il suo utilizzo è realmente molto inferiore rispetto agli utenti USA che preferiscono la B. alla G. Se poi il nostro interesse sulla questione cade su questa pagina, una sorta di “Inside Search” per Google, scopriamo come il team di Bing in realtà sta costruendo una bella storia di ingegneria per alzare i propri standard.

Lo scopo è quello di mantenere costante il processo di miglioramento, i test e l’aggiornamento delle funzionalità; allo stesso tempo investendo sulla tecnologia di ricerca e il tutto al fine di competere nel miglior modo possibile agli aggiornamenti continui che dall’altro lato Google tira fuori in un mix di qualità/quantità “quasi” vincente ad ogni battuta.

Bing sta puntando sulla velocità di sperimentazione (e non solo lato Motore di Ricerca), partendo dall’analisi alla predisposizione di nuove possibilità con una cadenza impressionante. Circa 20.000 modifiche settimanali e continue sui prodotti “core” per coinvolgere gli utenti e fornire un valore aggiunto che noi di Retrieval.it speriamo venga apprezzato. Perché in una situazione in cui c’è un monopolista… ci si diverte sempre meno.

Staremo a vedere.