aggiornamento algoritmo google 2016Panda, sin dai suoi albori nel 2011 si è presentato come un aggiornamento (inteso anche come filtro di ranking) volto a perfezionare l’intero algoritmo di ricerca, al fine di presentare in SERP le migliori pagine possibili a fronte di query di ricerca.

Lavora principalmente in termini di analisi della qualità delle pagine, con forte orientamento all’analisi dei contenuti ed è stato caratterizzato da upgrade costanti sino ad oggi, giorno in cui viene confermato un nuovo aggiornamento massivo all’intero algoritmo di ricerca che, come vedremo, interesserà indirettamente anche Panda. Pare infatti che Panda sia stato unito definitivamente agli altri fattori e dopo essere entrato in un’era di rollout lento, da oggi entra ufficialmente a far parte dell’algoritmo “core” diventando parte integrante del nucleo centrale.

Un inizio 2016 scoppiettante quindi se consideriamo anche l’imminente rilascio dell’aggiornamento Penguin; ma procediamo con ordine alla lettura dei singoli eventi di questi ultimi giorni.

Aggiornamento al nucleo dell’algoritmo di ranking Gennaio 2016

Come confermato da Zineb Ait, John Mueller e Gary Illyes, Google ha appena aggiornato l’intero algoritmo di ranking. Come vediamo dagli screenshot successivi, un’aria di cambiamento già si percepiva e precisamente nell’ultimo fine settimana, periodo in cui si sono notate oscillazioni più o meno importanti a partire dai tool di monitoraggio Mozcast e AWR.

MOZCast

aggiornamento google gennaio 2016

AWR

aggiornamento algoritmo A partire da venerdì 8 Gennaio 2016 è Barry Schwartz il primo a scrivere sui primi segni di un aggiornamento in atto. In quella data tuttavia si pensava al tanto atteso aggiornamento di Penguin ma nulla di ufficiale a confermare ciò sino a ieri. Google che raramente conferma il rilascio di aggiornamenti algoritmici (specialmente quelli intesi come “frequenti”) questa volta conferma e lo fa addirittura da tre fonti ufficiali – questa già è una piccola novità.

Google Panda diventa parte dell’algoritmo Core

Nella stessa mattinata, arriva un ulteriore notizia in merito al recente aggiornamento e cioè che Panda sembra sia diventato parte dell’algoritmo di ranking e non rappresenta più un aspetto “a se” ma, parte integrante della totalità dei fattori che intervengono nel generare la classifica.

Questo vuol dire prima di tutto che difficilmente nel futuro parleremo di aggiornamenti Panda ma piuttosto di aggiornamenti “totali” che interesseranno anche le valutazioni Panda ed è forse anche per questo motivo, che il recente aggiornamento ha generato scossoni tipici di questo filtro.

Gary Illyes, citando la completissima guida a Panda condivisa lo scorso 11 gennaio su The SEM Post pare quindi confermare che:

Panda è un algoritmo che viene applicato ai siti ed è diventato uno dei principali segnali di Ranking. Tale algoritmo misura la qualità di un sito Web e consente a Google di prendere in considerazione questi dati al fine di regolare di conseguenza le classifiche.

Allo stato attuale non si è a conoscenza della data precisa in cui è avvenuto questo “merge” ma come sappiamo, lo stesso Google già nel lontano marzo 2013 dichiarò come i futuri aggiornamenti Panda, sarebbero stati incorporati nell’algoritmo e sarebbero stati sempre meno evidenti e distinti dalla totalità degli altri fattori.

Buone cose.