knowledge graph apiBuongiorno a tutti, oggi Google attraverso l’account G+ di Freebase rimembra quanto comunicato ormai un anno fa ovvero la morte di Freebase e la chiusura totale del supporto all’aggiornamento. Da quel giorno, tutto il mondo di Freebase è migrado completamente verso Wikidata (Wikimedia Foundation).

Con Freebase in chiusura, anche le API hanno cessato di funzionare e il sistema di aggiornamento del DB di creazione e modifica delle entità; tuttavia Google oggi, proprio tramite quell’account, ha comunicato a tutti i suoi utenti di aver appena rilasciato le API di ricerca per Knowledge Graph che saranno in sola lettura e al servizio di tutti.

Le API di Knowledge permetteranno di interrogare regolarmente il database di Google per varie informazioni su tutti i nodi (entità) presenti in DB. Essendo un API di sola lettura non sarà chiaramente possibile inviare modifiche al fine di correggere eventuali errori o creare nuove voci. I dati potranno inoltre essere recuperati solo a diverse condizioni e una su tutte l’unicità dell’entità richiesta.

L’API di ricerca restituirà solo entità individuali e non grafici di identità connesse. Per questo scopo si rimanda al DB di Wikidata. Sulla pagina specifica in Developers, Google ci fa qualche esempio in merito alle richieste possibili specificando i tipi di identità interrogabili: libri, eventi, attività locali, film, gruppi musicali, organizzazioni, persone etc. il che non è poco, tuttavia la mancanza di possibilità di modifica ed aggiornamento è un boccone amaro da mandar giu.

Molti SEO sono a conoscenza dell’innegabile utilità che Freebase aveva nel poter generare entità all’interno di un database tanto importante quanto indispensabile a Google al fine di generare quello che noi oggi conosciamo come Knowledge Graph. Oggi tuttavia è possibile contribuire alla crescita di Wikimedia come sempre, ma probabilmente non così facilmente come accadeva in Freebase.