Buongiorno a tutti, oggi parliamo di Mobile Search e degli ultimi interventi di Google in termini di aggiornamento dell’algoritmo di ricerca al fine di regolare le attività di chi non rispetta le linee guida.

Entrando più nel dettaglio, questo aggiornamento, che si inserisce nel più grande update (Mobilegeddon) dello scorso 21 aprile, interessa chi ospita sulle proprie pagine banner pubblicitari ed overlay di grosse dimensioni.

Di cosa parliamo?

Per fare chiarezza, Google, sta parlando degli annunci “interstitial” che coprono in parte o del tutto i contenuti della pagina visitata dall’utente. Questi annunci, spesso vengono utilizzati dai webmaster per promuovere l’applicazione mobile del sito stesso. Può capitarci che nel momento in cui visitiamo una pagina Web da dispositivo mobile ci venga proposto il download di app, compilazione di form etc.

banner mobile friendly

Questa ufficialmente è una pratica scorretta. Lo stesso Google, in questi giorni ha infatti ammesso come l’aggiornamento dell’algoritmo prevede una penalizzazione di ranking per i siti che adottano questo tipo di comunicazione.

Cosa bisognerà fare?

banner mobile interstitialSemplice. Evitare di utilizzare overlay per la proposta di app o iscrizioni e Adv in generale banner che coprano una grande quantità di contenuti in pagina. Google, ci offre inoltre un consiglio per risolvere ed “aggirare” il divieto come ad esempio, utilizzare banner che non invadano lo schermo dell’utente e che siano di facile “skipping” e user friendly.

Come mostra l’immagine, il banner più piccolo e posto in alto nello schermo, permette all’utente di compiere le sue azioni indipendentemente dall’interazione con il banner. E’ quindi raccomandabile promuovere le proprie app native con “educazione” senza strafare… pena: “problemi di indicizzazione”.

L’annuncio ufficiale di ieri.

Buone cose.