novità google trendsOggi parliamo di Google Trends e delle novità molto interessanti che presto saranno rilasciate in tutti i paesi (per ora solo 28 nazioni sono state interessate dall’aggiornamento). Lo strumento, per chi non lo conoscesse è offerto gratuitamente da Google e si basa sui dati delle ricerche provenienti da Google Search. I dati (Trends) che questo strumento offre, mostrano come un particolare termine ed altri ad esso correlati vengono ricercati durante un determinato periodo dell’anno e in diverse regioni del mondo mostrando essenzialmente due variabili principali:

  • Il tempo (periodo delle ricerche)
  • La frequenza di ricerca del termine

Grazie a Google Trends centinaia di marketer in tutto il mondo effettuano stime e studi a livello globale in merito alla popolarità di determinate query associando ad essa oltre ai volumi di ricerca anche i valori di stagionalità di ricerca e il territorio.

novità google trends

Dati in tempo reale

Lo scorso 17 Giugno, dal Blog Ufficiale, Google ha comunicato le novità che presto saranno messe online e fornite gratuitamente a tutti gli utenti. “Questo è il più grande aggiornamento di Google Trends negli ultimi 4 anni” confermano, sviluppato (come Google è solito fare) partendo dai suggerimenti e feedback degli utenti.

Oltre ad avere implementato un restyling tecnico atto a mostrare le ricerche con più velocità, il Tool offerto mostra anche i dati in tempo reale. Minuto per Minuto sarà possibile indagare ogni termine disponibile tra gli oltre 100 miliardi di query ricercate mensilmente e presenti in database.

database dati google trends

Sulla nuova homepage di Trends completamente ridisegnata troveremo pertanto una classifica trend delle ricerche in tempo reale; oltre a questa novità Google ha anche confermato che oggi Google Trends tirerà fuori i dati anche dalle ricerche dirette sui verticali Google News e Youtube, ampliando di fatto l’ampiezza di copertura delle ricerche con la possibilità di affinare le nicchie ricercabili attraverso il tool, anche per aree geografiche più piccole.

Per maggiori info vi rimandiamo al comunicato ufficiale di Google.