risultati ricerca google mobileBuongiorno a tutti, come sappiamo, per Google, la velocità ed in generale le caratteristiche tecniche di un sito Web sono molto importanti. Questo perché per Mr. G. la cosa più importante è fornire la migliore esperienza utente attraverso i consigli delle sue SERP.

Oltre ad aver più volte sottolineato (già a partire dal 2010) che un sito veloce è da premiare all’interno dei risultati di ricerca, recentemente (da inizio anno in realtà) è alle prese con una serie di test in SERP per aiutare gli utenti su questi ed altri punti. I test riguardano l’ingresso nei risultati di ricerca mobile di alcune etichette al fianco del titolo di snippet che comunicano agli utenti alcune info utili prima del click.

Etichette in SERP per i contenuti live

L’etichetta più recente, è quella scoperta da Bryson Meunier giovedì scorso 8 ottobre: un etichetta rossa per segnalare i contenuti aggiornati in tempo reale. Come sappiamo il live blogging ed in generale il giornalismo con copertura in diretta, per Google, è sempre più importante al punto tale evidentemente da spingerlo a testare questo nuovo elemento in SERP che vi mostriamo nello screenshot sotto:

etichette serp live

I test passati che conviene citare, hanno interessato principalmente (come detto sopra) l’identificazione di siti lenti o con problemi di visualizzazione su dispositivi mobile. Il primo in ordine cronologico è l’etichetta rossa “slow” posta su quei risultati coperti da siti eccessivamente lenti.

siti lenti mobile

Secondo messaggio di avviso comparso in SERP è più recente (Giugno scorso) ed è sempre riferito alle prestazioni dei siti elencati ma questa volta non è un’etichetta ma un simbolo di avvertimento di colore giallo accompagnato da un messaggio testuale “Slow to lead” lento a caricare.

siti lenti serp

Ulteriori test negli ultimi mesi del 2014 hanno invece riguardato riferimenti più o meno espliciti in SERP sull’effettiva bontà dei siti in versione mobile.

Per ora, tutti questi interventi rappresentano solo ed esclusivamente dei test. Vedremo cosa succederà prossimamente e se questi test diventeranno effettivi.

Info sulla fonte: Qui il Tweet di Bryson Meunier

Buone cose.