rimozione dei contenuti SEO vecchiBuongiorno a tutti, oggi parliamo di un tema assai dibattuto dai tempi della pubblicazione da parte di Amit Singhal delle famose “23 domande che devi porti per capire se il tuo sito è un sito di qualità per Google” – ovvero: per limitare al massimo l’idea di Google che il nostro sito non sia un sito di qualità, è una buona pratica quella di rimuovere gli articoli vecchi?

In passato – e generalmente nelle retrovie ancora oggi – molti SEO adottano la pratica del taglio degli articoli vecchi perchè molti di loro, pensano che la presenza di queste pagine possa comunicare a Google uno scarso aggiornamento del sito e, di base, far apparire ai filtri il sito come un sito di scarsa qualità.

Risponde John Mueller:

Non c’è alcun grande vantaggio nel rimuovere articoli o contenuti vecchi. Anche se il contenuto della pagina non è aggiornato, spesso può tornare utile agli utenti ugualmente e questo è chiaramente un sintomo del fatto che quel contenuto, anche se datato, è utile.

Cosa diversa invece è la situazione in cui il sito interessato ha una grande quantità di contenuti vecchi – che implica un tempo di scansione maggiore – ma la presenza di contenuti freschi è assai limitata. Questo potrebbe impattare sensibilmente la frequenza di scansione dei nuovi contenuti ed è necessario far fronte a questa necessità tecnicamente (lato sever) predisponendo le risorse ottimizzando il rapporto che il server ha con i bot.

Attenzione però, perchè se i vecchi contenuti rappresentano pagine oltre che obsolete, testi non in linea con i recenti standard qualitativi voluti dagli utenti – se i vecchi contenuti non rappresentano più a livello editoriale la strategia odierna, e sono realmente contenuti che non hanno un evidente vantaggio per nessuno – allora è ora di tagliare. Ma sappiate che questo taglio non provochera in maniera automatica un boost in classifica.

Un contenuto evergreen (lo dice la parola stessa) è sempre ottimo da leggere. E se lo abbiamo scritto con cognizione di causa, mostrando autorevolezza e professionalità, gli utenti ringrazieranno e i motori pure. Se è necessario procedere ad un aggiornamento dello stesso, allora procediamo tranquillamente e questo farà si che sia il motore che gli utenti oltre ad accorgersene… apprezzeranno.

Fonte: Questo intervento lo potete ascoltare al minuto 45:33 del video che abbiamo linkato in questo articolo.